Progetto

dsc_4959

Teatrosustrada.2017 sviluppa l’azione perseguita nelle precedenti edizioni (teatrosustrada.2016 e teatrosustrada.2015) e la focalizza sul tema della contaminazione e della Storia, sperimentando nuove forme di trasmissione scenica del sapere – soprattutto nella parte centrale del progetto – tramite l’alternanza tra le prove pubbliche di uno spettacolo in corso di produzione (nell’ambito del progetto Riprendo la Storia) e momenti di confronto pubblico con studiosi e specialisti.
Tutto questo avviene secondo una scansione che, dilatandosi su diversi giorni e periodi, ricalca la struttura della tragedia greca.
Il progetto “teatrosustrada”, affondando radici in Teatro Stabile di Strada®, ha fra i suoi intenti la contaminazione del sistema teatrale. Dell’azione complessiva sin qui realizzata, si sviluppano ora le parti più significative sotto questo aspetto: quelle che mirano a trasformare il meccanismo produttivo di uno spettacolo, in meccanismo esso stesso già spettacolare.
Una contaminazione della forma dunque (soprattutto in prologo, parodo ed esodo), secondo il principio cardine dei “disordini intelligenti”; a cui si accompagna una contaminazione tematica (in episodi e stasimi) a partire da suggestioni storiche, perseguita con il medesimo principio.
L’architettura definitiva delle forze che contribuiscono alla realizzazione del progetto, così come al completamento dei temi contaminati, si definisce in itinere per sfruttare al meglio le possibilità offerte dall’incontro pubblico, volutamente provvisorio e avventuroso.

L’azione su strada avviene in base alla legge regionale 15 luglio 2003, n. 17  e alle integrazioni normative adottate dai Comuni del territorio piemontese nello spirito della legge stessa; oltre che in forza del DPR. del 28 maggio 2001 n. 311, che all’articolo 6 abrogò i commi primo e secondo dell’art.121 del TULPS (in base ai quali dovevano essere effettuate le richieste di iscrizione al Registro dei Mestieri Girovaghi e le richieste di permesso per le esibizioni).

Annunci